Designlibero: quando la tecnologia si integra al design

the green wheel progetto designlibero

Diamo il via a questa nuova rubrica, che nasce dalla nostra voglia di portare avanti i giovani e le loro idee.
Cosi, dopo una lunga ricerca, selezioniamo i nostri preferiti e gli diamo modo di raccontarsi. Uno spazio per chi cerca nuove idee e bellissimi shop con prodotti artigianali, ma non solo…
Ci saranno designer emergenti e più affermati. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere a tutti voi l’eccellenza made in Italy, proprio nel campo del design e dell’arredamento.

Chi sono i fondatori di Designlibero?

libero rutilio ekaterina Gli apripista per questa nuova rubrica sono proprio due ragazzi, nati all’estero ma da sempre in Italia, dove hanno deciso proprio di fondare il loro studio. Libero Rutilo e Ekaterina Shchetina sono i protagonisti di questa storia, due giovani e intraprendenti con uno spiccato talento artistico.
Nel 2012 Libero & Ekaterina fondano Designlibero, atelier multidisciplinare di progettazione che spazia dal design di prodotto sia di serie che artigianale, all’interior design e alla direzione artistica. I loro lavori si impongono per originalità e creatività ricevendo molteplici premi in concorsi internazionali di design oltre ad essere stati selezionati da diversi musei come: la Triennale, il Base e Fondazione Telefonica.

Hanno alle spalle collaborazioni con grandissimi marchi e aziende. Da Morelato, a Hands on Design, a Thelos, Porada, fino al noto Nespresso.

Da dove nasce la loro ispirazione?

Dall’osservazione, analisi e sintesi di quello che li circonda e ogni tanto dall’intuizione pura. L’obiettivo che cercano di raggiungere con i loro lavori è quello di provocare reazioni e non si può dire certo che passino inosservati: colori, linee e idee, tutto nei loro progetti suscita un’emozione e un effetto WOW assicurato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE  In casa senza scarpe, come farlo con stile con EnEm

Come definiscono il loro stile?

Ekaterina dice: “Non credo di avere uno stile definito, e questa cosa mi piace perché posso affrontare ogni progetto come una nuova esperienza senza dover per forza rifarmi ai progetti precedenti come modelli da seguire. È sicuramente una condizione di libertà di pensiero necessaria quando si passa velocemente da un progetto all’altro in svariati settori.”

Cosa ci è piaciuto di loro?

Senza ombra di dubbio, l’innovatività e la tecnologia sempre presente nei loro progetti. Noi siamo rapiti da tutto quello che è nuovo e ha integrato qualcosa di luminoso o con dei pulsanti :).
Navigando infatti sul loro sito siamo incappati in alcuni dei loro lavori e ci siamo innamorati in particolar modo di una lampada.

IO lampada interattiva di Designlibero

IO lampada interattiva designliberoLoro la definiscono “più di una lampada”, proprio perché IO fa molto di più. Si tratta infatti di un dispositivo interattivo, in grado di darti informazioni sulla temperatura e il meteo, oltre che la data e l’ora. Ve la immaginate come oggetto di arredamento per la vostra casa?
Neanche la comunicazione è lasciata al caso, attraverso il display della lampada, si potrà comunicare con i propri contatti inviando loro dei messaggi.  IO è anche dotata di un sistema di altoparlanti wireless che consentono di ascoltare la musica e la luce può seguire il ritmo della musica con effetti speciali. Non so voi, ma a noi questa cosa, piace da morire :).

progetto della lampada IO di designlibero

Oltre al nostro entusiasmo, ci teniamo a precisare che IO è un progetto di grandissimo rilievo ed è stato selezionato al Next Design Innovation, un progetto della Regione Lombardia e del dipartimento di design del Politecnico di Milano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE  Sara e il suo primo progetto di ristrutturazione

Il loro approccio alla tecnologia ci ha decisamente stupito, volevamo condividerlo con voi e speriamo tanto di aver lasciato un segno. Per il resto, se volete sapere di più su di loro, potete dare una sbirciatina al sito di Designlibero 🙂

Condividi:

Lascia un commento