Rubinetteria bagno, come sceglierla in base allo stile

Chiudiamo il capitolo dedicato a questo ambiente della casa parlando proprio della rubinetteria bagno.
Per chi non lo avesse ancora capito, siamo in piena ristrutturazione (e quando parliamo di ristrutturazione intendiamo dire che abbiamo buttato giù davvero tutto), ed è arrivato il tanto atteso momento dei bagni. I rivestimenti sono stati scelti, i sanitari ci sono e in base a questi abbiamo scelto i rubinetti che ci piacevano di più.
Andre più minimal e funzionale, io più moderna e attenta al design, si capisce perfettamente chi ha scelto cosa 🙂

Ci siamo affidati ad alcuni esperti in materia per la scelta e in aiuto è arrivato Idroweb, il portale perfetto per chi ha bisogno di progettare il proprio bagno. Tanti articoli a prezzi super concorrenziali. Rubinetti moderni, soffioni iper tech e accessori per il vostro bagno.

Rubinetteria bagno moderna

Siamo giovani, casa è nuova, stiamo senza dubbio cercando qualcosa di moderno… consigli?

Questa la richiesta dei nostri cari lettori, come li aiutiamo?
La prima scelta da fare riguarda le forme e tutto dipende dallo stile del vostro bagno e degli arredi. Ricordate che nel caso di un bagno piccolo, ciò che serve sono sanitari sospesi, grandi specchi e una doccia delimitata solo dal cristallo.
Un rubinetto squadrato e dalle linee geometriche è adatto ad un bagno dal carattere forte, con lavabo quadrato, da appoggio o da incasso, e con dei rivestimenti chiari alle pareti, per non appesantire troppo l’ambiente.
Decisamente moderni sono i miscelatori di tendenza in questo 2019, linee morbide e stondate. Ve li consigliamo se utilizzati a parete e con un lavabo tondo da appoggio, il massimo per un bagno al passo con i tempi. Il rubinetto a muro è davvero il tocco in più e dal tono minimal, per i bagni più sofisticati.

Rubinetteria bagno classica

Negli ultimi anni i designer si sono messi sotto, rievocando forme più classiche provenienti dagli anni passati. Sono tornate in voga le vecchie baie per il bucato e le vasche di una volta, inserendo nel bagno delle forme nuove ed inusuali.
Tutto questo viene accostato a miscelatori dalle forme classiche, i più conosciuti sono quelli di Paffoni, con doppio pomello e bocchetta dell’acqua molto alta. Accostare questi rubinetti non significa invecchiare un bagno, ma aggiungere un tocco di stile in un ambiente dal clima decisamente vintage. Osate con colori come il grigio e il blu, con mattonelle a contrasto bianche e vedrete che il vostro bagno non avrà nulla da invidiare a quelli più minimal.

Rubinetteria bagno colorata

Ecco la vera tendenza in fatto di bagni. La rubinetteria è diventata ormai la ciliegina sulla torta di un bagno dai toni tenui, con pavimenti e pareti molto semplici e neutri. Ecco quindi comparire il colore, protagonista ormai dei miscelatori più di design.
Nero, rosa, champagne e bianco. Tutte tinte rigorosamente opache.
Nero per tonalità dal bianco al beige. Bianco per colori come il verde scuro o il blu balena. Rosa per un tono su tono e che vuole catturare l’attenzione. Champagne per un bagno sofisticato dai colori delicati.

Vi abbiamo mostrato alcune immagini della nostra selezione preferita. Su Idroweb trovate una vastissima selezione di miscelatori (e non solo…), tra cui i nostri preferiti. Fateci sapere se trovate quello giusto 😉

Rubinetteria bagno, come sceglierla in base allo stile ultima modifica: 2019-10-01T23:15:17+02:00 da Alessandra Valenti
Condividi:

Lascia un commento