Comprare casa da privato o da agenzia: pro e contro

comprare casa da privato o da agenzia

Ogni volta che troviamo un annuncio di una bella casa, la prima cosa che andiamo a guardare è: chi è l’inserzionista?
“Ah, è un’agenzia”, questo è il nostro mood attuale. Preferiamo di gran lunga andare a vedere appartamenti in vendita da privati. Quando usciamo dalle case, finiamo quasi per essere amici dei proprietari… ci piace chiacchierare 🙂

Ma non è sempre detto che sia la cosa migliore, ci sono diverse sfaccettature che vanno valutate prima di decidere se comprare casa da privato o da agenzia.
Noi abbiamo fatto una piccola lista di pro e contro.

Acquistare casa direttamente dal privato?

PRO

  • Sicuramente il prezzo, acquistare casa da un venditore privato ci consente di risparmiare i costi fissi dell’agenzia.
  • Transazione rapida venditore-compratore senza il filtro dell’agenzia immobiliare.

omprare casa da privato o da agenzia consigliCONTRO

  • Dovrete verificare autonomamente le noie burocratiche, a partire dalla conformità catastale dell’immobile (ricordatevi delle domande da fare quando si visita una casa). La planimetria registrata al catasto deve essere perfettamente conforme con il layout planimetrico attuale. Altrimenti, se dovrete richiedere un mutuo, il perito non vi rilascerà mai una perizia con esito positivo.
  • Da dove proviene questo immobile? Anche questa verifica dovrete farla da soli. Dovrete sapere se l’immobile che state acquistando deriva da una legittima compravendita, da una donazione o è stato acquistato da un ente. Ad esempio, sempre nel caso di un mutuo, se l’immobile deriva da una donazione, potrebbe spuntare un erede da un momento all’altro. Per questo molte banche rifiutano le richieste di mutui per l’acquisto di donazioni.
  • Altra burocrazia: dovrete controllare la piena proprietà dell’immobile, o se su di esso grava un diritto di superficie.
  • A volte il prezzo di vendita richiesto è più alto rispetto al reale valore di mercato.

Acquistare casa da agenzia immobiliare?

PROomprare casa da privato o da agenzia consigli

  • Siamo a riparo da brutte sorprese. Prima di mettere l’immobile in vendita, l’agenzia dovrebbe effettuare una serie di controlli per verificare la conformità catastale, eventuali ipoteche o diritto di superficie, e come i proprietari ne sono venuti in possesso (compravendita, donazione, successione). Il condizionale però è d’obbligo. Molte agenzie prendono l’incarico senza effettuare i controlli menzionati, lasciandoci poi affrontare i problemi solo dopo la proposta di acquisto.
  • Una corretta valutazione dell’immobile in base ai prezzi di mercato correnti.
  • Eventuali agevolazioni o rapporti di fiducia con notai convenzionati.
  • Un buon agente sa ascoltare le necessità del cliente, può aiutarvi nella ricerca dell’immobile proponendovi altre alternative che potrebbero essere adatte a voi.

CONTRO

  • Un prezzo di acquisto notevolmente più alto rispetto all’acquisto da privato. Solitamente le agenzie immobiliari in Italia percepiscono un compenso che oscilla in media dal 2 al 4% del prezzo di vendita dell’immobile, una cifra rilevante che si somma al costo di acquisto della casa.
  • Una transazione filtrata da un agente, con l’impossibilità di parlare direttamente con il venditore, con la conseguente  impossibilità di capire le reali intenzioni dello stesso.

Abbiamo riassunto i punti principali, ora tocca a voi decidere se comprare casa da privato o da agenzia.

Preferite un costo notevolmente più basso, con molta documentazione da consultare e controllare e un po’ di incertezza? Allora scegliete un acquisto diretto da privato.

Volete essere sicuri di avere tutto in regola, si spera, e siete pronti a sostenere costi maggiori pur di esserlo? Allora non vi resta che rivolgervi all’agenzia immobiliare che vi ispira più fiducia.

Comprare casa da privato o da agenzia: pro e contro ultima modifica: 2018-07-16T10:30:31+02:00 da Andrea Croci
Condividi:

Lascia un commento